Come idratare la pelle in modo naturale

settembre 17, 2019

Idratazione pelle

Idratare correttamente la pelle è indispensabile per mantenerne freschezza e luminosità, distendere le rughe ed armonizzare i volumi del volto.

L’idratazione è uno degli step principali di un corretto skin care quotidiano. Per mantenere freschezza e luminosità della pelle, l’acqua è uno degli elementi più importanti.
La pelle, quando è disidratata, presenta generalmente delle peculiari caratteristiche: colorito spento, comparsa di cosiddette “rughe occasionali da disidratazione” che conferiscono un aspetto stanco e trascurato.
Ma perché la pelle si disidrata? Le cause sono diverse, ma tutte legate più o meno direttamente all’ambiente ed al proprio stile di vita.

Dopo la stagione estiva la pelle appare tendenzialmente più disidratata. Non tanto per l’esposizione al sole, che tende a seccarla, quanto più per vento, salsedine e sale marino che invece tendono a sottrarre acqua, causando proprio una disidratazione.
Per lo stesso motivo tutti gli sbalzi termici – caldo, freddo, aria condizionata, ecc. – contribuiscono a disidratare la pelle, perché favoriscono l’evaporazione dell’acqua.

Sono nemici dell’idratazione della pelle anche fumo e inquinamento, perché ostruiscono i pori della pelle causando uno squilibrio nella traspirazione, e al contempo alterano il film protettivo idrolipidico, responsabile del mantenimento, da parte dell’epidermide, dell’idratazione profonda.

Anche il make-up ostruisce i pori della pelle, per cui è fondamentale detergere la pelle ogni sera rimuovendone tutti i residui.

Altri fattori implicati nella disidratazione cutanea sono le docce troppo lunghe e troppo calde, perché indeboliscono la barriera protettiva della cute. Anche utilizzare saponi e detergenti troppo aggressivi può contribuire al questo processo.

Idratare la pelle: come farlo in modo efficace e naturale

Per capire come idratare correttamente la pelle, facciamo prima un passo indietro e vediamo com’è fatta.

L’epidermide è lo strato più esterno con funzione protettiva. Lo strato più interno è invece il derma, che contiene la maggior parte delle riserve idriche. Nel derma troviamo vere e proprie “molecole spugna”, in grado di trattenere una grande quantità di acqua che rilasciano in caso di necessità per permettere alla pelle di svolgere le sue principali funzioni, quali ad esempio la traspirazione e la regolazione della temperatura corporea.

Tra queste “molecole spugna”, la principale è l’Acido Ialuronico. L’Acido Ialuronico, è in grado di legare a sé un enorme numero di molecole di acqua e di trattenerle per mantenere il giusto grado di idratazione, turgore e viscosità dei tessuti.
Con l’invecchiamento, nel nostro organismo diminuisce la produzione di acido ialuronico, per questo la pelle tende a disidratarsi più facilmente diventando più spenta e rugosa.

Un’altra molecola importante per mantenere i volumi ed il turgore della pelle è il Collagene, che forma nel derma una sorta di “impalcatura” di sostegno all’epidermide. Anche la produzione di collagene diminuisce con l’invecchiamento.

Per mantenere e migliorare la qualità della pelle bisogna quindi agire da più lati:
1. proteggere la pelle dai fattori ambientali che contribuiscono alla disidratazione;
2. condurre uno stile di vita sano (evitare il fumo, dormire abbastanza, ecc.)
3. utilizzare detergenti delicati e creme specifiche, meglio se a base di collagene ed acido ialuronico;
4. idratare la pelle dall’interno attraverso una sana alimentazione;
5. provare trattamenti naturali che abbiano come obiettivo quello di migliorare idratazione e qualità della pelle stimolando i naturali processi dell’organismo, senza stravolgere i lineamenti del volto.

Alimentazione e idratazione cutanea: cosa mettere in tavola

Può sembrare ovvio, ma è importante bere acqua. Quanta? In media un litro e mezzo al giorno, pari a circa 8 bicchieri. Il 70% del nostro organismo è costituito da acqua, ed essa è alla base dell’idratazione cutanea.

Per lo stesso motivo, è importante mettere in tavola frutta e verdura di stagione. Sono tra gli alimenti più ricchi di acqua, oltre che di preziose vitamine ed antiossidanti.

La vitamina C stimola la produzione di collagene ed acido ialuronico, mentre gli antiossidanti contrastano l’azione dei radicali liberi, che sono considerati tra i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare e, di conseguenza, anche di quello cutaneo.
Un’ottima fonte di antiossidanti sono anche i semi e la frutta secca a guscio (mandorle, noci, ecc.) così come il cioccolato fondente. In questo caso bisogna fare però attenzione alle quantità, perché sono cibi ad alta densità calorica!

Idratazione della pelle: i trattamenti

I Centri Medici di Eccellenza Radiesse hanno a disposizione una vasta gamma di filler, tra cui alcuni specifici proprio per restituire luminosità al volto e migliorare la qualità della pelle.

I filler sono a base di sfere di idrossiapatite di calcio, che stimolano i fibroblasti (cellule del derma) a produrre collagene ed elastina, che formano “l’impalcatura” di sostegno dell’epidermide.

I trattamenti dei Centri Medici di Eccellenza Radiesse quindi vanno a sopperire a quella naturale diminuzione dei quantitativi di collagene prodotti dal nostro organismo. Questo permette alla pelle di rigenerarsi in modo naturale, ripristinando sostegno ed idratazione. Il risultato è un volto naturalmente più luminoso, tonico e disteso.

Cerca il Centro più vicino a te con lo strumento TROVA MEDICO.